Campus d’orientamento 2016. La prospettiva di un’ex alunna


 

Nel varcare la soglia del mio liceo nella pioggia dello scorso sabato mattina non ero sola: accanto a me si affollavano ricordi, nostalgie e nuove consapevolezze indissolubilmente legate a quei corridoi.

Inizialmente avevo inteso questa mattinata come una possibilità di ricambiare il favore che qualche anno fa mi era stato offerto, di indirizzare i nuovi studenti verso il loro futuro assecondando le loro attitudini e curiosità ed in tale ottica mi ero riproposta di essere preparata alle loro domande in modo competente e chiaro. Non ero però totalmente pronta ad affrontare ciò che sarebbe riaffiorato dei miei anni al Collegio Bianconi.

Nei nuovi ritmi della mia vita universitaria e personale, gli anni passati tra i banchi di scuola risultavano coperti dalla patina di opacità che si riserva ad un aneddoto tra vecchi amici, al ricordo di un passato che, per quanto vicino, non corrisponde più alla realtà. Ritrovare però i volti familiari di professori ed ex compagni ha significato per me riscoprire il mio percorso scolastico e umano e poter dare una nuova prospettiva agli obiettivi che fino ad oggi sono stata capace di raggiungere.

Ciò di cui sono più grata dei miei anni di liceo è indubbiamente la possibilità di riconoscere la persona che sono e voglio diventare alla luce di ciò che mi è stato insegnato.

Il Collegio Bianconi mi ha donato il privilegio e la facoltà di guardare al mio futuro con la consapevolezza e la forza della mia educazione.

Camilla Rossi