Oasi di Bellezza, di Pace e di Accoglienza


 

L’Oasi 2016 nasce da alcune considerazioni di papa Francesco il quale invita a rendere i luoghi della convivenza sociale “Oasi di bellezza, Scintille  per un volto più umano”.  Scintille che il Papa, invita a ricreare, a rendere visibili, in modo da dare “un senso di bellezza, di dignità, di decoro umano” al vivere insieme. Le comunità cristiane, ovunque collocate, siano “Oasi di bellezza, di pace, di accoglienza”, favoriscano “l’incontro con Dio e la comunione con i fratelli e le sorelle, diventino punto di riferimento per la crescita integrale di tutti”. L’esperienza del Bello – affermava Ratzinger, e Bergoglio sottoscrive – non è qualcosa di accessorio o di secondario  nella ricerca del senso della vita, perché tale esperienza non allontana dalla realtà, ma, al contrario, porta ad un confronto serrato con il vissuto quotidiano, per liberarlo dall’oscurità e trasfigurarlo, per renderlo luminoso e bello. Tutti  allora siamo chiamati a far brillare la bellezza, siamo tutti custodi della bellezza, annunciatori e testimoni di speranza per l’umanità”.

Sollecitate da queste parole di saggezza e volendo trasmetterle soprattutto ai giovani, ma anche a tutto il corpo docenti del Collegio Bianconi e ai genitori degli alunni, abbiamo realizzato questa “Oasi di Bellezza”, questa piccola scintilla di Pace. Uno spazio per pregare, pensare, fermarsi, ascoltare la Parola, contemplare il Mistero.

 

I simboli:

?

Il Pesce: l’Oasi prende forma a partire dalla parola  IXTHYC che è la traslitterazione in caratteri latini della parola greca  Ἰχθύς, “pesce”. Le lettere di questa parola disposte verticalmente, formano un acròstico: Iesùs Christòs Theòu Uiòs Sotèr = Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore.

La Luce: con l’incarnazione di Gesù la luce è entrata nel tempo degli uomini e vi ha portato, gioia, colori, sapore, calore. Più ti avvicini alla Luce (Gesù) e più diventi luminoso

La clessidra e le finestrelle: è il tempo che scorre, il tempo dell’Incarnazione che svela il volto di Dio fatto carne.

Il sale colorato: ci ricorda che Gesù dà gusto e sapore,  rende “saporiti”. Messo nella clessidra ogni volta che si passa del tempo,  a contemplare il Mistero, è il segno del tempo che scorre nella vigilanza e  nell’attesa, è il desiderio di dare sapore e gusto vero alla vita.

La Parola e la stellaGesù con la sua Parola è la Stella Polare, è il porto sicuro, è la guida che ci conduce e ci illumina nel mare della vita. La Parola ”Viene nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo” con la sua lampada ad olio sempre accesa è il centro attorno al quale tutta la comunità scolastica vuole crescere per diventare sempre più immagine di Dio.

Siete tutti invitati a passare un po’ di tempo con noi all’Oasi per lasciarci illuminare dalla Luce di Dio che viene a salvarci.