La Monaca di Monza tra storia e leggenda


Il giorno 16 dicembre 2016 le classi terze sono andate a vedere una mostra alla Reggia di Monza riguardante la Monaca di Monza (mostra che rimarrà allestita fino al giorno 19 febbraio del 2017). Il soggetto di questa mostra (da cui prende anche il nome) è la Monaca di Monza o Suor Gertrude signora di Monza nel 1600. La storia di tale personaggio realmente esistito sotto il nome di Marianna De Leyva (famiglia dei signori di Monza in quel periodo storico), che viene cambiato a seguito della monacazione forzata in Suor Virginia, viene resa immortale dalla penna del Manzoni che, dopo 25 anni di rielaborazione del testo, porta a termine la sua più celebre opera “I promessi sposi” nel 1827.

La mostra espone principalmente la sua permanenza nel convento di clausura a Santa Margherita, ormai inesistente, ove non è entrata di sua spontanea volontà. Nelle mura del monastero avviene, poi, la nota vicenda con Egidio. La Monaca e il suo spasimante commettono quindi crimini dei peggiori uccidendo tutti coloro che per qualsiasi motivazione volevano parlare ma la loro punizione è stata grande e suor Gertrude viene murata viva per 14 anni.

A mio parere è stata una mostra molto interessante e la guida ha saputo valorizzarne i contenuti con molta attenzione e cura. La consiglio a tutti coloro che desiderano approfondire la storia di questa misteriosa figura che è la Monaca di Monza.

Davide, 3^B