UNA LUDOTECA DA SOGNO


Le classi 4 A, 3 A e 3 C unite per dare importanza al gioco da tavolo come strumento aggregativo.

Come siamo venuti a conoscenza di questo progetto?
I docenti delle classi terza A e C e quarta A, tramite un incontro formativo tenutosi presso la Fondazione De Marchi di Milano, sono venuti a conoscenza dei nuovi fenomeni di isolamento che purtroppo stanno prendendo piede: sono in aumento i ragazzi che scelgono di ritirarsi volontariamente da ogni ambito di socializzazione privilegiando e accettando il solo contatto con la realtà virtuale.
L’isolamento e la volontaria privazione dell’incontro con l’altro sono i tratti più preoccupanti di questi fenomeni: i giovani si recludono perché provano un sentimento di inadeguatezza e di vergogna rispetto ad un’idea sociale che appare come irraggiungibile. Non riescono a sostenere un sistema sociale che si basa sul narcisismo, sul successo e sulla felicità promesse a chi riesce ad offrire la massima prestazione.
Cosa abbiamo voluto offrire ai nostri alunni?
Con la partecipazione al concorso “Una ludoteca da sogno” abbiamo voluto promuovere una sana abitudine ludica attraverso il gioco da tavolo, partendo dal presupposto che l’attuale contesto sociale chiede e necessita di occasioni di incontro e aggregazione.
Il gioco da tavolo, infatti, è riconosciuto come efficace strumento didattico, esercizio di autonomia, di rispetto delle regole, di gestione delle emozioni e importante momento aggregativo e di socializzazione.

Cosa hanno imparato i bambini?
I bambini delle suddette classi, oltre ad aver creato una storia realizzata con le carte del gioco Dream On (insieme si sono adoperati nell’invenzione della storia, nella sceneggiatura di una filastrocca, nella copiatura e coloritura delle carte e, infine, nel dare voce alla storia stessa (elaborandola anche in lingua inglese), hanno compreso che giocare insieme significa condividere strategie, tattiche, modelli di soluzione, ma anche saper collaborare per raggiungere insieme uno scopo comune.
Cos’è Dream On?
Dream On è un gioco collaborativo che permette di stimolare, col supporto delle immagini e del contesto narrativo, la memoria di lavoro, la coerenza narrativa inserendo tutti gli elementi dello storytelling in un contesto ludico e divertente.

Dopo questo bellissimo percorso il nostro elaborato ha raggiunto i giudici del concorso che lo hanno valutato e premiato: insomma tra tutte le scuole partecipanti al concorso “Una ludoteca da sogno” abbiamo raggiunto il secondo posto nella classifica finale, pertanto sabato 25 maggio ci siamo recati presso Palazzo Marino (Milano) per ricevere come premio una ludoteca proprio da sogno: tantissimi giochi in scatola da utilizzare a scuola per divertirci ed emozionarci insieme!