… leggere la Bibbia per risvegliare la fede


 

La Domenica della Parola di Dio sarà celebrata il 26 gennaio.

Papa Francesco consegnerà la Bibbia a 40 persone in rappresentanza di tante espressioni della società (dal vescovo allo straniero; dal sacerdote alle catechiste; dalle persone consacrate al poliziotto e alla guardia svizzera; dagli ambasciatori dei vari continenti ai docenti universitari e maestri di scuola primaria e secondaria; dal povero al giornalista; dal gendarme al detenuto che sta scontando l’ergastolo in stato di semilibertà; da alcune famiglie a Nicolò Zaniolo in rappresentanza degli sportivi; la riceveranno anche un rappresentante delle Chiese ortodosse e delle Comunità evangeliche).

Questa Domenica della Parola di Dio si colloca come una iniziativa pastorale di Nuova Evangelizzazione, con lo scopo di ravvivare la responsabilità che i credenti hanno nella conoscenza della Sacra Scrittura e nel mantenerla viva attraverso un’opera di permanente trasmissione e comprensione.

Non può passare sotto silenzio anche il grande valore ecumenico che questa Domenica possiede: essa cade in prossimità della Giornata di dialogo tra Ebrei e cattolici e della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. E’ una scelta che intende segnare un ulteriore passo nel dialogo ecumenico, ponendo la Parola di Dio nel cuore stesso dell’impegno che i cristiani sono chiamati a realizzare quotidianamente.

Il logo dell’iniziativa: rappresentata una scena biblica molto conosciuta: il cammino dei discepoli al villaggio di Emmaus (cfr Lc 24,13-35), a cui a un certo momento del tragitto si accosta Gesù Risorto. L’icona evidenzia molteplici aspetti che convergono sulla Domenica della Parola di Dio. Si possono notare, anzitutto, i personaggi. Insieme al Cristo che tiene tra le mani il “rotolo del Libro”, cioè la Sacra Scrittura che trova compimento nella sua persona, vi sono i due discepoli: Cleopa, e, secondo alcuni esegeti, la moglie. Ambedue i volti dei discepoli sono rivolti al Signore per affermare che Lui è il compimento delle promesse antiche e la Parola viva che deve essere annunciata al mondo.

La Parola abbraccia tutta la pastorale: “La Chiesa sa che la Parola di Dio è il cuore della sua predicazione … la Bibbia non può essere relegata allo studio degli specialisti o ad alcuni momenti della vita della nostra pastorale, ma deve abbracciarla tutta”. “Il Concilio Vaticano II nella Costituzione dogmatica Dei Verbum, che parla della rivelazione della Parola di Dio, dice che il popolo cristiano si è sempre nutrito del Parola di Dio e del Corpo e del Sangue di Cristo che sono deposti sull’altare, quindi già l’unità dell’azione liturgica ci dice quanto abbiamo bisogno dell’una e dell’altro”.

Tutti in piscina!!!


I bambini della scuola dell’infanzia accompagnati dalle loro maestre ogni venerdì vivranno un’esperienza meravigliosa: il corso di acquaticità.

 

I loro volti così gioiosi ci raccontano la bellezza dell’esperienza vissuta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’autunno multicolore!


Il meraviglioso giardino della nostra scuola regala ai piccoli della Scuola dell’Infanzia uno spettacolo di colori, grazie alle foglie che sono cadute dagli alberi…i bambini hanno molto apprezzato! Qualcuno ha anche intonato il canto dell’autunno che spesso cantiamo in mensa, in attesa del pranzo:

Sotto un castagno, spunta un funghetto
con il suo rosso tetto…

Un uccellino gli va vicino
e poi gli fa un inchino!

Ciao funghetto come sei bello!
col tuo gran cappello…

Dimmi uccellino, cosa succede
qui sotto non si vede!

E’ l’autunno multicolore
vedessi che splendore

Tutte le foglie son colorate
con mille pennellate!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rain, rain, go away! – Leprotti


Today’s lesson was all about autumn weather. Leprotti groups sang      ” Rain, rain go away! ” and used the pluriball to create the drops of water.

La lezione odierna si è focalizzata sul tempo autunnale, dopo aver cantato” Rain, rain go away! “i Leprotti hanno utilizzato il pluriball per realizzare le gocce di pioggia.

Questo slideshow richiede JavaScript.